Hunger Games: Possa la fortuna essere sempre…dalla parte di Katniss!

Non me ne vogliate, il film è ben fatto: Jennifer Lawrence dimostra di essere in grado di poter interpretare un ruolo così difficile che presenta diverse sfumature caratteriali, tipiche di una donna a tutti gli effetti più che di una ragazza, e Josh Hutcherson rappresenta una buona spalla, nonostante il suo apporto sia piuttosto limitato essendo principalmente legato al suo ruolo di fidanzato; ciò che penalizza il film è tutto l’arco narrativo della ragazza che risulta fin troppo prevedibile prima ancora che inizino gli Hunger Games.

Ecco, se c’è una cosa che non mi ha convinto del tutto è la storia d’amore tra i due ragazzi del distretto 12: l’idea di aggiungere l’elemento amoroso in un contesto in cui non c’è spazio per approfondirlo la trovo una mossa più per “far vendere” da parte della scrittrice del romanzo, anche se, trattandosi di un amore adolescenziale, non sfocia mai in scene smielate, quindi tutto sommato non c’è nulla di sbagliato, se non fosse che è proprio quella la ragione che porta Peeta a sopravvivere, perché sennò sarebbe morto poco dopo la fine del “primo tempo” del film. Il finale lascia alcune cose in sospeso per quanto riguarda la loro storia, sono curioso di vedere come evolverà, perché se sarà ben gestita allora dovrò complimentarmi con l’autrice e con chi si occupa della sceneggiatura della pellicola, in caso contrario dovrò dirvi “ve lo avevo detto”.

Ho apprezzato la scelta di fare una trasposizione di questi romanzi, anzi sono convinto che i libri siano ottimi, persino migliori rispetto ai film, come capita spesso nella maggior parte casi, ma la scelta di far prevalere Katniss contro il destino sempre e comunque l’ho trovata veramente esagerata, quasi come se si volesse prendere in giro il pubblico, che istintivamente è portato a tifare per lei, rimanendo forse in parte accecato dalla sua fortuna sfacciata. Mi sono promesso che leggerò il primo dei 3 romanzi dell’ideatrice della storia per capire le differenze tra libro e film, sono convinto che così facendo apprezzerò maggiormente la storia, che non dico che sia malvagia, infatti vari aspetti premiano l’originalità e l’acume della scrittrice, tuttavia la critica che muovo al film sta tutta negli episodi, i quali mi hanno portato per forza di cose ad abbassare il voto finale.

Voto: 7-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...