Hill House: l’incubo divenuto realtà

Vengono infine analizzate le storie dei signori Crain, Hugh e Olivia (o Liv), chiudendo così il cerchio di ciò che è realmente successo in quella casa a suo tempo. Le ultime due puntate rappresentano la resa dei conti, in cui i protagonisti prendono coscienza dei loro demoni e provano a lasciarsi il passato alle spalle; a tal proposito, la serie ci fa capire che le paure vanno affrontate, perché possiamo scappare da tutto tranne che da noi stessi, ci mostra la disfatta di una famiglia “perfetta”, piena di segreti come la casa in cui viveva. Il finale, diversamente da quello che ci si può aspettare da un horror, non è del tutto drammatico, anzi serve per risanare una volta per tutte i rapporti tra i fratelli, divisi per anni per colpa di quella maledetta casa.

The Haunting of Hill House attira e si lascia guardare, ha tutte le carte in regola per chi ama l’horror ma vuole comunque qualcosa di non troppo pesante e più riflessivo, chi ama le illusioni la troverà piena di sogni a occhi aperti da abbinare alla dura realtà dei fatti; non ci si può aspettare che dia delle lezioni di vita, il suo fine è quello di inquietare e spaventare, e in questo ci riesce benissimo.

Voto: 8-


Articolo scritto in collaborazione con A. List, trovate la sua versione, sul blog da lei gestito, al seguente link: https://lifeinseriestv.blogspot.com/2020/03/hill-house-lincubo-divenuto-realta.html?m=1

Un pensiero su “Hill House: l’incubo divenuto realtà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...