Hill House: l’incubo divenuto realtà

Se avete amato serie come Lost o Arrow per via dei numerosi flashback, sappiate che questa vi mancava per completare la vostra collezione, infatti The Haunting of Hill House si sviluppa su due piani narrativi, saltando da uno all’altro con una facilità disarmante per via di elementi che li collegano fungendo da scale mobili. Il punto di forza di questa serie sta nella narrazione, o meglio, nella scelta di incentrare ogni puntata su di un personaggio partendo da quello meno influente fino a quello da cui è partito tutto, ossia da Steven alla madre Olivia. Questa scelta è importante dato che i frammenti di vita di tutti loro hanno uno scopo preciso ai fini della storia, chi più nobile chi meno, i quali incuriosiscono lo spettatore, inducendolo a vedere la puntata successiva poiché la serie ti lascia sempre con tanti punti interrogativi, ma scorrendo riesce a portarti dove vuole senza che tu nemmeno te ne accorga: insomma il binge wathing (sconsigliato di notte per i più paurosi) è assicurato!

Passiamo ai personaggi. Steven è il primogenito della famiglia, diventa uno scrittore famoso grazie al racconto autobiografico sulle vicende di Hill House avvenute quando era piccolo, anche se in realtà non crede ai fantasmi o agli eventi paranormali, sebbene il suo successo dipenda proprio da questi fenomeni. Proprio per aver scritto sulle vicende personali della famiglia, non ha un buon rapporto con gli altri fratelli, in particolare con Shirley, la secondogenita, la quale ha un’agenzia funebre che gestisce con il marito; pragmatica e severa, è sicuramente il personaggio con cui si potrebbe creare meno empatia vista la sua apparente perfezione, anche se alla fine scopriremo che si tratta solo di una maschera.

Un pensiero su “Hill House: l’incubo divenuto realtà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...