Vai al contenuto

Lila: La ribelle che ha conquistato tutti

Per chi ha amato la serie di libri L’amica geniale scritta da Elena Ferrante sarà risultato alquanto facile identificarsi con almeno una delle due protagoniste del racconto,chi con la volenterosa Elena, (detta Lenuccia), che lotta per la realizzazione del suo sogno di studiare per poi emanciparsi, e chi con la sua amica Lila, la ragazza ribelle del rione di umili origini. Quest’ultima ha conquistato tutti fin dalla prima puntata della serie diretta da Saverio Costanzo. Lila infatti ci appare come una vittima del sistema patriarcale, che vuole le donne relegate al ruolo di angelo del focolare, che non ha bisogno di ricevere una qualsiasi istruzione. Pur ottenendo ottimi voti a scuola viene costretta dalla famiglia ad interrompere gli studi. Da quel momento in poi , Lila decide di mettere in atto quella strategia di sopravvivenza nel rione che la porterà a sposare un uomo che non ama solo per far indispettire il peggior mafioso del paese e a lavorare prima in una salumeria, poi nel negozio di scarpe pieno di modelli da lei progettati. Non desidera essere madre e perde il primo figlio che aspetta. Si innamora di Nino, un giovane del quale è innamorata anche la sua amica Elena , avendo da lui un figlio. Lascia suo marito Stefano, per il quale non è che un ornamento che deve soddisfare il marito in ogni aspetto. Personaggio contaddittorio e a volte portato all’autodistruzione, Lila è nonostante tutto amata per la sua voglia di crescere attraverso la cultura che la porta a ribellarsi ma anche a sfruttare a suo vantaggio la malvagità del mondo che la circonda, anche se non sempre con esiti positivi. L’intensa interpretazione di Gaia Gerace trasmette poi tutta la sua passionalità agli spettatori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: